Ciro Immobile: l’attaccante Vesuviano

Nato a Torre Annunziata il 20 febbraio del 1990, Ciro Immobile a soli 17 anni entra nella società bianconera e, dopo il passaggio in diverse squadre italiane approda in nazionale. Immobile muove i primi passi e si forma nella scuola calcio Torre Annunziata ’88, dopodiché passa alla società Maria Rosa e, quindi, nella Salernitana. Ma è quando gioca nelle giovanili di Sorrento che riesce a farsi notare nel 2006/2007 dagli osservatori juventini per i suoi 30 goal. All’età di diciassette anni, pertanto, viene comprato per ottantamila euro dalla società bianconera, su consiglio di Ciro Ferrara, ed entra nella formazione Primavera del club torinese. Il 23 febbraio del 2009, insieme al resto della squadra, si aggiudica il Torneo di Viareggio, contribuendo al successo finale grazie a una doppietta nella finale disputata contro la Sampdoria.

La carriera

Il 14 marzo del 2009, Immobile esordisce in Serie A e nel novembre dello stesso anno approda anche in Champions League entrando in campo al posto di Del Piero.
Da qui nel 2010 si trasferisce insieme con Luca Marrone in prestito al Siena, ma nel 2011 viene già ceduto al Grosseto non essendo riuscito ad ottenere un posto da titolare. Nel 2012 gioca nel Pescara, diventando capocannoniere con ben 28 reti mentre nel 2013 viene ceduto dalla Juve al Genoa. Nel 2014 diventa capocannoniere del Torino e nel marzo di quell’anno viene convocato per la prima volta in nazionale commissario tecnico Cesare Prandelli, che lo fa esordire nell’amichevole persa per uno a zero dagli azzurri contro la Spagna a Madrid. L’attaccante napoletano viene convocato anche per i Mondiali che si disputano in Brasile: gioca nella partita vinta contro l’Inghilterra e nella sconfitta contro l’Uruguay, per colpa della quale l’Italia viene eliminata. Giocherà nel Borussia Dortmund e nel Siviglia, ma nel 2015 ritornerà in Italia.

La Lazio

Immobile a gennaio del 2015 torna al Torino in prestito. Avrà modo, in Piemonte, di mettere a segno due doppiette. In estate, poi, il Siviglia lo vende alla Lazio a titolo definitivo. A segno all’esordio contro l’Atalanta, realizza la sua prima doppietta contro l’Udinese in trasferta.  Nel marzo del 2017 contribuisce alla conquista della finale di Coppa Italia da parte dei biancocelesti, con la prima rete nel derby di semifinale. La stagione laziale si conclude con ventitré gol in campionato, record personale, mentre la squadra chiude al quinto posto in classifica, qualificandosi per l’Europa League. L’esperienza in terra iberica, però, si chiude dopo pochi mesi. Nell’agosto del 2017, poi, Immobile è protagonista della vittoria in Supercoppa Italiana contro la Juventus, per merito di una doppietta decisiva nel tre a due finale. Con l’inizio del nuovo campionato, a settembre, realizza la sua prima tripletta con la maglia della Lazio nel successo per quattro a uno contro il Milan, nella terza giornata del campionato 2017/2018.